riflessologia-plantare-antico-benessere

Impariamo a massaggiare i nostri piedi: la Riflessologia Plantare

Condividi

Tutto parte dalla base: impariamo a massaggiare i nostri piedi

Un giorno, mentre guardavo su internet alcune immagini, mi è capitato di vederne una particolarmente significativa per i miei occhi che mi ha subito portata ad una riflessione. Una tela egizia che raffigurava 4 persone l’uno di fronte all’altra dove i due seduti frontalmente ricevevano un contatto fisico sul piede, ho osato pensare ad un metodo di massaggio antico.

Da quell’immagine, ho compreso che erano un popolo avvezzo alla tecnica di benessere che oggi chiamiamo Riflessologia Plantare. Anticamente diverse popolazioni indiana, cinese e tante altre realtà, addirittura i pellerossa, avevano una cultura volta al massaggio e all’automassaggio praticato quotidianamente perché ne conoscevano gli alti benefici.

In modo particolare, la riflessologia si basa sulla stimolazione dei punti riflessi di organi, visceri, sistemi ed apparati sulla pianta del piede, anche se tecnicamente il piede viene tutto avvolto dal massaggio sia sul dorso che lateralmente.

L’obiettivo è ripristinare l’equilibrio psico-fisico potendo intervenire in modo delicato su processi infiammatori, stati di tensione muscolare, sovraccarico linfatico-venoso, piuttosto che disturbi gastro intestinali e così via fino a blocchi emozionali.

Si riescono davvero a fare cose straordinarie, è incredibile veder migliorare, in poche sedute, o addirittura sparire, un disagio fisico solo con il massaggio riflesso.

Io ne resto sempre piacevolmente colpita pur sapendo quanto sia efficace per chiunque.

Un’accortezza nella tecnica è necessaria: in base al soggetto si decide che tipo di digitopressione esercitare e si esclude di praticarla in caso di gravidanza o durante il ciclo mestruale.


Vuoi saperne di più?

Parliamone insieme, prenota la tua consulenza adesso!


Condividi

Comments are closed.