svezzamento-secondo-natura-divezzamento

Uscire dai protocolli: Alimentazione consapevole fin dallo svezzamento

Condividi

Alimentazione consapevole fin dallo svezzamento

Esiste un tempo prossimo all’ascolto delle esigenze del neonato che si avvia al “divezzamento” dal latte materno o di formula. Questo è quello che sostengo durante gli incontri con i genitori che desiderano un approccio più consapevole allo svezzamento.

La verità è che negli ultimi 20 anni, forse anche di più, abbiamo perso la capacità di osservare semplicemente l’evoluzione della naturale crescita del neonato.

L’ascolto attivo presuppone un’attenta osservazione dei tempi, delle esigenze e dei bisogni del bambino che manifesta l’interesse a ciò che portiamo a tavola.

Svezzamento secondo natura è un approccio che implica anche l’aspetto emozionale e qualitativo del cibo.

Rispetto ai protocolli classici, dove si standardizzano le somministrazioni di alimenti e quantità per tutti i bambini, nello svezzamento naturale si privilegia l’unicità del bambino e di conseguenza della famiglia che ne ha cura.

Nell’ascolto empatico, durante le mie consulenze, cerco di essere quanto più esaustiva possibile nel rispondere alle diverse domande su quando iniziare o che tipo di alimenti sono più indicati e in quali quantità e tante altre.

Scegliere la natura significa rispettare la natura di cibi, come la stagionalità, ma anche la natura del bambino:

  • Si mantiene seduto così che ci sia l’allineamento con la struttura fisica atta alla digestione del cibo solido? Se si, è pronto ad integrare al cibo liquido il solido;
  • Guarda con interesse la tavola e cerca di allungare le manine per portare il cibo alla bocca? Se si, allora è pronto c’è coordinamento e volontà.
  • Se un bimbo è pronto ad ottobre per essere svezzato perché dare la zucchina e non offrirgli la zucca? Non ha senso, bisogna rispettare la stagionalità.
  • Se un bambino non manifesta prima dei 7, 8 mesi l’interesse al cibo che senso ha “iniziarlo” allo svezzamento in modo obbligato ai 6 mesi? Non ha alcun senso.

Se l’inserimento al nido di un bambino allattato al seno a 6 mesi è necessario?

In questo caso cerchiamo la soluzione più adatta a garantire il rispetto delle necessità emozionali e di introduzione degli alimenti in accordo con la famiglia e lo svezzamento che il bambino inizierà al nido.

Se invece già a 6 mesi è pronto? Si inizierà tranquillamente lo svezzamento

Per tutti i dettagli, le informazioni più specifiche sul tipo di alimenti, su che tipo di svezzamento è più adatto al tuo bambino, se auto svezzamento o una guida pratica per aiutare questo primo passaggio importante nella vita del tuo bambino, o per un approccio più emozionale, non esitare a contattarmi personalmente.


Vuoi saperne di più?

Parliamone insieme, prenota la tua consulenza adesso!


Condividi

Comments are closed.